Autopsia: Gaia e Camilla morte sul colpo

24 dic 2019

Si tratta di un primo esame. I risultati definitivi saranno consegnati in Procura. Un primo esame autoptico, che però sembra sufficiente per stabilire che Gaia e Camilla sono morte per lo sfondamento della scatola cranica, causato dall'impatto con l'auto guidata da Pietro Genovese. Secondo l'autopsia, dunque, anche se sono state trovate altre fratture sul corpo delle due sedicenni, travolte nella notte tra sabato e domenica a Roma su corso Francia, non ci sarebbero segni di trascinamento tipici di eventuali successivi impatti con le auto transitate subito dopo il colpo fatale. Che comunque non avrebbero cambiato l'esito della tragedia, visto che le due ragazze sono morte sul colpo. Una strada pericolosa quella dell’incidente dove le vetture sfrecciano su tre corsie che Gaia e Camilla hanno attraversato al di fuori delle strisce, con l'asfalto viscido per la pioggia. La procura indaga per duplice omicidio colposo. mentre si aggrava la posizione del ventenne alla guida dell'auto, risultato positivo sia al test alcolemico con un tasso considerato medio-alto, sia agli esami tossicologici, che, da fonti di Polizia di Roma Capitale, hanno rilevato la presenza di cannabinoidi e cocaina. Intanto nel quartiere dove le due ragazze vivevano sono state investite resta forte la commozione per quanto accaduto. La mamma di Gaia, i genitori Camilla ieri si sono fermati lungo a pochi metri dal punto in cui le ragazze sono state travolte, davanti a loro un grande striscione “Gaia e Camilla sempre con noi” affisso al ponte della tangenziale. Decine di mazzi di fiori, stelle di Natale tanti biglietti ed anche un cuscino di peluche a forma di cuore. “Voglio giustizia, non vendetta” ha detto la mamma di Camilla, al suo legale. Distrutto dal dolore anche il papà di Gaia che al suo legale, racconta “Adesso non ho più ragioni Per andare avanti. Gaia era la mia forza Dopo l'infortunio che avevo subito” Ha detto l'uomo, costretto da anni su una sedia a rotelle per un incidente in moto. Sono la mamma di Gaia, vorrei fare un appello. Di Gaia non si trova il cellulare e le chiavi di casa. Se qualcuno quella notte le ha trovate, se gentilmente si mette in contatto con la famiglia per restituirli. Grazie.

pubblicità
pubblicità