Bari, nella "fase 2" riaprono i mercati di strada

04 mag 2020

Per la prima volta mi ha fatto uscire mio figlio, primo giorno. Dopo due mesi e mezzo che non vedo i nipotini. Due mesi e mezzo. C'erano anche tanti nonni finalmente liberati ad affollare questa mattina il mercato all'aperto del quartiere Japigia, uno dei banchi di prova più temuti qui a Bari per l'avvio della fase due. I filtri e i varchi d'ingresso e il distanziamento tra le bancarelle hanno evitato i temuti assembramenti, mettendo d'accordo, alla fine, ambulanti e clienti. Siamo rientrati al nostro lavoro. Non ci speravo più. Dobbiamo abituarci, adattarci a questa nuova vita, chiamiamola così. La libertà è importante, averla e sfruttarla. Sperando che fiinisce presto. Paura? Beh, insomma. Quello non manca a nessuno. Chiusi parchi e giardini, gli appassionati della corsa hanno dovuto accontentarsi, si fa per dire, del lungomare, dove si è rivisto, ma senza particolari criticità, anche il traffico di auto e moto. Continua ad essere immersa nel silenzio, invece, la basilica di San Nicola, che si è deciso di tenere chiusa dal 7 al 10 maggio prossimi, durante le giornate che da sempre i baresi dedicano i festeggiamenti in onore del loro Santo patrono.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast