Bari, troppa gente per strada, aperitivi vietati

13 dic 2020

Sono solo degli escamotage e basta, la cosa giusta da fare è mantenere sempre la distanza, la mascherina. Quello che ha fatto il sindaco qui a Bari è tutto ben fatto. Penso che non sia la soluzione giusta. Apri, chiudi, restrizioni, limiti, per me è un sistema che non funziona. L'ordinanza anti aperitivi divide i baresi che affollano via Sparano, salotto buono della città. Qui, come nelle altre zone individuate dal provvedimento che vieta a bar e ristoranti anche l'asporto, nei weekend, a partire dalle 11:00, o ci si siede al tavolo oppure tocca camminare. Sono arrivato presto ma vado via presto, giusto per fare l'indispensabile. Cittadini divisi dunque, unanime di contro la protesta dei ristoratori. Se la gente è in grado di stare in giro la mattina per fare compere è giusto che anche i ristoranti abbiano il diritto, il sacrosanto diritto al lavoro. E non finisce qui purtroppo, la vera mazzata arriverà il 24 e il 31 per le due giornate di vigilia l'ordinanza prevede infatti dalle 11:00 la chiusura al pubblico. Non crediamo più nel dialogo, ogni volta i nostri appelli rimangono inascoltati e le decisioni a qualsiasi livello governativo vanno sempre contro la categoria della ristorazione dell' Horeca, quindi siamo preoccupati, arrabbiati e molto delusi.

pubblicità