Bengalese aggredito su un treno, forse matrice razzista

19 mar 2017

Fratture al volto, numerose contusioni, ma soprattutto tanta paura per un trentaquattrenne bengalese aggredito sabato mattina mentre era a bordo del treno regionale Nettuno-Roma. Secondo quanto si è appreso, l’uomo è stato picchiato da sconosciuti in una carrozza all’altezza della stazione di Lavinio, vicino ad Anzio. Nonostante le sue condizioni, però, ha trovato la forza di raccontare della violenza subita da un gruppo di ragazzi con i quali sembra aver discusso. Sulla vicenda sono in corso indagini della Polfer, che al momento, però, non esclude alcuna pista, della rapina finita male, all’aggressione a sfondo razzista. Al vaglio degli investigatori, le immagini registrate dalle telecamere delle stazioni, lungo la linea percorsa dal convoglio, che potrebbero aver ripreso uno o più aggressori scendere proprio dal treno. A chiamare le forze dell’ordine è stato il capotreno, avvisato da un passeggero. Il bengalese, ricoverato all’ospedale di Anzio con diverse fratture al volto, sarà ascoltato dagli investigatori nei prossimi giorni.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA