Bocciato dal Tar, Emiliano riapre le scuole in Puglia

07 nov 2020

Gli studenti pugliesi possono tornare in classe, il governatore Michele Emiliano preso atto della bocciatura arrivata dal Tar di Bari e nonostante il verdetto invece favorevole di quello di Lecce, decide alla fine di cancellare l'ordinanza della discordia, quella con cui il 28 ottobre scorso aveva disposto la didattica a distanza, sin dalle scuole elementari. Il nuovo provvedimento emesso in serata recependo l'ultimo Dpcm riapre da subito elementari e medie, lasciando a casa solo gli studenti delle superiori, ma quella del governatore pugliese non è una retromarcia completa, nell'ordinanza si specifica infatti che gli istituti scolastici al fine di consentire anche in Puglia la tutela della salute pubblica e per ridurre il rischio di diffusione epidemica dovranno garantire il collegamento online in modalità sincrona per tutti gli alunni, le cui famiglie richiedano espressamente per i propri figli di adottare la didattica digitale integrata anche in forma mista e anche per periodi di tempo limitati, coincidenti con eventuali quarantene o isolamenti fiduciari. Nessuno potrà essere obbligato ad andare a scuola in presenza, scrive il governatore pugliese sulla sua pagina Facebook, precisando che le eventuali assenze saranno giustificate.

pubblicità