Bologna, riaprono le terme con nuove regole

16 giu 2020

Per me le Terme significa soprattutto relax, io sento che la maggior parte di quelli che sono stati in quarantena sono aumentati di peso, io compreso, per cui adesso di tornare alla normalità è molto bello, molto piacere. Ginnastica e benessere in acqua, i centri termali possono aprire nuovamente al pubblico, ma nel rispetto delle regole anti contagio, in Emilia Romagna è consentito dal 31 maggio, qui siamo a Bologna. Mi metto a fare degli esercizi in acqua che sono molto utili per cercare di tornare in forma. Distanziamento garantito dal numero limitato degli ingressi, igiene, mascherine obbligatorie dove non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza, anche per i percorsi in acqua, un cartello indica quante persone possono stare in vasca nello stesso momento. Libertà e spensieratezza e anche un bisogno fisico, essendo stata così tempo chiusa proprio, il corpo ha bisogno di rilassarsi. Le norme di sicurezza cosa cambiano? Allora, la mascherine in acqua è un po' difficoltosa perché si bagna, però gli spazi sono grandi, finora riusciamo a starci. Sauna e bagno turco per ora devono restare chiusi. Ma io vorrei sottolineare che la vera sicurezza delle persone che vengono alle Terme è data dalle acque stesse, perché noi abbiamo delle acque alcaline, che queste alcaline sono le acque che uccidono i microorganismi e vanno ad attivare le cellule quindi sono importantissime, oltre al fatto che sono clorate. Ci sono state delle difficoltà organizzative, come siete riusciti a ripartire così in fretta? Bisogna rivedere gli spazi che noi abbiamo creato in un'altra prospettiva, tanti clienti e tanti pazienti che vengono qua adesso si trovano di fronte a delle altre regole di vita che però mi sembra che pian pianino riescono a capire e vedo che pian piano la gente sta arrivando.

pubblicità