Bonaccini: in Emilia non vedo necessità di coprifuoco

20 ott 2020

Non vedo perché dovrei mettere un coprifuoco nel momento in cui l'Emilia Romagna ha un tasso di percentuali di positivi al giorno, che è tra i più bassi in Italia. Quando c'è stato bisogno di fare la zona rossa a medicina, io la feci senza chiedere il permesso a nessuno, Quando facemmo a marzo le zone arancioni a Rimini e Piacenza le feci perché eravamo convinti grazie agli epidemiologi che ci consigliavano, perché io non sono ne un medico ne uno scienziato, a fare quella scelta. Lei ricorderà, io fui il primo a chiudere bar e ristoranti e anche a chiudere, a impedire il jogging per strada a marzo scorso perché eravamo una delle regioni, la seconda più colpita, però, non è che ci divertiamo a dover restringere le abitudini dei cittadini, lo si fa se c'è bisogno, cercando di contenere al massimo il virus e la sua circolazione.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.