Boom di nascite a Cremona, 15 nati in 24 ore

30 giu 2020

Vezzosi cappellini rosa, copertine ricamate e l'inconfondibile profumo di neonato, che oggi più che mai assume il significato di rinascita. La vita che torna a prevalere sulla morte in uno dei luoghi, Cremona più, colpiti d’Italia dall'emergenza Coronavirus. Sorrisi di neomamme e personale sanitario che neanche le mascherine possono nascondere. Dopo i giorni più acuti dell'emergenza, al settimo piano dell'Ospedale Maggiore di Cremona, al reparto di ostetricia, medici e infermieri si concedono foto e timidi sorrisi. 15 sani e splendidi bambini nati in 24 ore. Un record assoluto, dieci femminucce e cinque maschietti di cui due gemelli. Nello stesso ospedale dove è stata scattata la foto, che ha fatto il giro del mondo, dell'infermiera addormentata, stremata, sulla tastiera del PC. Tra la fine di febbraio e aprile, la struttura era stata quasi interamente trasformata per accogliere i pazienti Covid che provenivano principalmente dalla provincia, una delle più colpite d'Italia con 1.119 vittime. È stato un evento particolarmente bello, eccezionale. Siamo felici e arriva tutto questo dopo mesi difficili. Così commenta il primario Aldo Riccardi, che ringrazia le mamme per la fiducia.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.