Brescia, 3 maestre di un nido arrestate per maltrattamenti

13 giu 2019

Prima la denuncia di un genitore "Mio figlio è cambiato, da quando ha iniziato l'asilo è triste e nervoso", poi il racconto di una ex dipendente "Mi sono licenziata, perché le colleghe si comportavano in modo scorretto". L'asilo nido di Rodengo-Saiano, nel bresciano, è finito sotto indagine alla fine del 2018 e a pochi mesi dall'inizio dell'anno scolastico sono state installate le telecamere. Ed ecco quello che gli inquirenti non avrebbero mai voluto vedere. I bambini vengono spinti e strattonati, i modi sono violenti. Ma non solo. Le intercettazioni ambientali sono pesantissime: parolacce, insulti, minacce e punizioni. I bambini venivano lasciati intere giornate con pannolini sporchi o gli veniva sottratto il cibo. Le maestre coinvolte sono tre, sono state arrestate con l'obbligo di firma e accusate di maltrattamenti gravi. Dal caso di Bari a Ottobre fino ad Ariccia a Gennaio e Milano il 10 Maggio scorso quando due maestre erano state interdette per maltrattamenti, inchiodate anche loro dalle telecamere.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.