Bressanone, in mostra le opere degli abati di Novacella

24 dic 2021

"Il presepe che potete vedere qui alle mie spalle state realizzato dall'abate emerito Guigner, In quale da sempre avuto una grande vena artistica e quindi ebbe l'idea di realizzare le figure stesse del presepe su delle tavole di legno, che a sua volta poi è andato a dipingere lui stesso." Al centro della mostra due grandi presepi realizzati da altrettanti i prelati Abbazia dei canonici Agostiniani di Novacella l'opera di Crisostomo Guigner realizzata a partire dal 1980 con figure dipinte a mano e il presepe di Konrad Lechner terminato nel 74 caratterizzato da personaggi vestiti. "La particolarità di questo vedete a differenza dell'altro è che qui personaggi sono scolpiti, ma piuttosto poi vestiti con questi che sono gli abiti tipici della tradizione tirolese. Fate conto che che questo abate iniziò le realizzazioni di presepi questa passione, che da sempre aveva nutrito, già dagli anni Venti; cercando poi di portare il presepe un pò in tutte le famiglie." La tradizione del presepe in due bellissime sale quella dedicata alle opere degli Abati e quella dei presepi realizzati in diverse ambientazioni dall'Associazione amici dei presepi di Bressanone. "Gli artisti hanno qui voluto realizzare questi, in delle forme molto particolari, uno in un'ambientazione classica, uno invece all'interno di una lanterna, un'altra all'interno di un libro, piuttosto che all'interno di un quadro e addirittura uno è stato realizzato all'interno di un anfora.".

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA