Calabria, arrestato Presidente consiglio regionale Tallini

19 nov 2020

Una terra senza pace, spesso dimenticata. Emergenza nell'emergenza, zona rossa per comodità, per il deficit di strutture ospedaliere e una sanità commissariata da più di 10 anni e ora di nuovo al centro delle cronache giudiziarie. Il Presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini, 68 anni, Forza Italia, è stato arrestato e posto ai domiciliari per concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. Secondo l'accusa, grazie ai rapporti con la cosca Grande Aracri, avrebbe costituito una società per la distribuzione di prodotti medicinali, mediante una rete di farmacie e parafarmacie. Ancora una volta politica, ndrangheta, soldi, potere. Un nuovo colpo per i 2 milioni di calabresi dopo la telenovela dei commissari alla sanità. Cotticelli, Zuccatelli e poi Gaudio. Dimissioni, rinunce, tre flop in pochi giorni da parte del Governo, con Conte che fa mea culpa pubblica sulla gestione del dossier. "Non si può giocare con la vita dei calabresi", incalza il Presidente regionale ad interim Spirlì. Sulla carta rimane il fondatore di Emergency, Gino Strada e la ricerca di un commissario con una missione che sa dell'impossibile. Sanare il buco finanziario di oltre 200 milioni e lottare contro la ndrangheta.

pubblicità