Caldo record, allerta nelle principali capitali europee

27 giu 2019

L'ondata di caldo africano non ha risparmiato le principali Capitali europee, con la colonnina di mercurio che potrebbe superare i 40 gradi in diverse Regioni. Un'emergenza che abbraccia tutto il Continente, dalla Spagna alla Polonia, alla quale le Autorità rispondono con provvedimenti per garantire la salute dei cittadini. In Spagna l'Agenzia meteorologica statale prevede temperature superiori ai 40 gradi che potrebbero addirittura raggiungere i 44 gradi entro il fine settimana. Le temperature più alte sono previste a Ovest del Paese, vicino ai Pirenei. Tra le città più calde quella di Saragozza. La morsa del caldo non ha risparmiato nemmeno la Francia, specialmente il Sud del Paese. Alcune scuole sono state chiuse a causa delle alte temperature e le città di Parigi e Lione hanno messo al bando le autovetture più vecchie per ridurre l'inquinamento. E mentre i turisti combattono l'ondata di calore tuffandosi nelle fontane sotto la Torre Eiffel, i volontari si preparano a fornire assistenza a giovani e anziani e scongiurare che si ripeta il tragico bilancio dell'estate del 2003, quando si contarono 15.000 morti a causa del caldo. Si corre ai ripari anche in Germania. Le Autorità tedesche hanno imposto limiti di velocità sulle autostrade per timori di deformazioni dell'asfalto a causa del calore. In Austria per sfuggire alla morsa del caldo è iniziata la corsa piscine pubbliche e private e la città di Vienna ha installato punti di raccolta d'acqua. In Polonia intanto, dopo aver superato nella giornata di ieri picchi di 38 gradi, ci si prepara anche ad altri record: quello dei consumi di energia per l'uso dei climatizzatori.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.