Caso camici, accertamenti Procura su patrimonio di Fontana

28 lug 2020

Ora si concentrano anche sui conti correnti e soprattutto sulla gestione del patrimonio all'estero del governatore Attilio Fontana, le indagini dei magistrati milanesi che vogliono vederci chiaro, non solo sulla gestione di quella fornitura di 75.000 camici acquistati dalla Regione Lombardia, dalla Dama SpA, società del cognato di Fontana e poi trasformati in una donazione di poco meno, però, di 50.000 camici. Circostanza valsa al governatore l’accusa di frode in pubbliche forniture. Come in un gioco di scatole cinesi, mentre vanno avanti le indagini, si allunga anche l'elenco di punti da chiarire. Lo scudo fiscale e il trust alle Bahamas, quel conto svizzero sul quale confluirono capitali detenuti illecitamente all'estero fino al 2015, quando furono poi scudati, ma che Fontana, a quanto pare, omise di dichiarare nel 2016, quando era Sindaco di Varese. Tanto che l'anno successivo l'autorità nazionale anticorruzione, sanzionò il governatore per non aver dichiarato quello scudo fiscale. Proprio da quel conto svizzero il Presidente della Regione Lombardia, tentò di far partire un bonifico da 250.000 euro in favore del cognato, proprio il giorno prima che quella fornitura si trasformasse in una parziale donazione, peraltro mai formalizzata dalla centrale acquisti della Regione. Operazione che fu bloccata per assenza di una coerente causale e segnalata come sospetta, tanto da arrivare, tramite la Finanza, sul tavolo dell'aggiunto Maurizio Romanelli. In attesa di capire se sarà necessaria o meno una rogatoria in Svizzera, accertamenti sarebbero in corso anche su una Fondazione con sede in Liechtenstein, che avrebbe gestito i trust aperti dalla madre di Fontana nel 2015 alle Bahamas, e che gli lasciò in eredità.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast