Caso Grillo: Ciro e 3 amici a processo ordinario

22 ott 2021

Rischiano fino a 12 anni di carcere Ciro Grillo e i suoi tre amici accusati di violenza sessuale di gruppo. In caso di rinvio a giudizio infatti come chiesto dalla Procura di Tempio Pausania i quattro giovani saranno processati con rito ordinario, che significa nessuno sconto di un terzo della pena, come invece prevederebbe il rito abbreviato. Due dei quattro ragazzi inizialmente sembravano orientati a chiedere il rito alternativo ma alla fine, dopo una lunga serie di riunioni l'ultima delle quali anche alla presenza dei genitori degli imputati, è prevalsa la linea che ha portato tutti a scegliere il rito ordinario. Il gruppo è accusato di aver violentato la notte del 17 luglio 2019, dopo una serata trascorsa in discoteca, una studentessa Italo-norvegese allora di 19 anni nella casa in Costa Smeralda di Beppe Grillo, dove il figlio Ciro stava trascorrendo le vacanze con gli amici. Stando alla ricostruzione della Procura i ragazzi avrebbero costretto la studentessa a bere e poi avrebbero abusato più volte di lei. La giovane, assistita dall'avvocato Giulia Bongiorno, era in compagnia di un'amica che dopo essersi addormentata sul divano dell'abitazione è stata immortalata con foto e video dagli stessi ragazzi che li mostravano in atteggiamenti osceni, mentre lei dormiva. Il caso, dopo un periodo di silenzio, era deflagrato nella primavera scorsa dopo che Beppe Grillo aveva pubblicato un video in difesa del figlio sul suo blog scatenando numerose polemiche. Il comico aveva ribadito la linea della difesa ovvero che i rapporti erano stati consenzienti, anche i giovani hanno sempre sostenuto che non ci sarebbe stato alcun abuso.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast