Climate action week, nessuna giustificazione a scuola

24 set 2019

La giustificazione non sarà necessaria, non venerdì 27, giornata conclusiva della Climate Action Week: la Settimana Mondiale per l'Ambiente. La circolare è del Ministro dell'Istruzione, Lorenzo Fioramonti, per cui manifestare un'urgenza imprescindibile, così come scrive dal proprio profilo Facebook appoggiando i giovani attivisti. "Saranno i presidi a prendere la decisione finale", ma lo striscione posizionato al MIUR è una dichiarazione aperta: "Istruzione, no estinzione". A chiedere giustificazioni saranno piuttosto gli studenti. "FU.TU.RO" è la sintesi del loro volantino che significa: "Fuori dal fossile. Tutti uniti. Rompiamo il silenzio, diamo voce alla scienza". Ciò che i ragazzi di Freud e For Future Italia chiedono è l'abbandono delle fonti di energia fossile e la riduzione delle emissioni di gas serra a livello globale dal 2050, nel nostro Paese dal 2030, per restare entro un grado e mezzo di aumento della temperatura. Nelle strade manifesteranno con slogan come "Giustizia climatica per i popoli di tutto il mondo". Fioramonti considera la protesta fondamentale per numerosi aspetti, tra cui la necessità improrogabile di un cambiamento rapido nei modelli socioeconomici imperanti. Tra le priorità del Ministro una scuola laboratorio per lo sviluppo sostenibile, anche attraverso le ore di Educazione Civica, il cui programma sarà incentrato sull'Agenda 2030 delle Nazioni Unite. E così i ragazzi si organizzano, mentre Greta Thunberg da New York nella Settimana Mondiale dell'Ambiente lancia cupe occhiate a Trump. Sui social rimbalzano e si moltiplicano idee per un venerdì sabbatico ma verde, come l'anno della piccola attivista più famosa di sempre.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.