Concorsi truccati, 33 indagati: c'è anche Massimo Galli

06 ott 2021

"Seguiamo con sconcerto l'inchiesta. Si tratta di ipotesi, per ora, ma di una gravità senza precedenti per la Statale". Così parla il Rettore dell'Ateneo di Milano, Elio Franzini, alla notizia delle indagini che riguardano anche il suo Polo Universitario per presunti concorsi truccati. La Procura di Milano ha aperto un fascicolo per associazione a delinquere, corruzione, abuso d'ufficio e altri reati. 33 persone sono indagate di cui 24 professori universitari: fra nomi di spicco quello di Massimo Galli, Primario del Reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale Sacco di Milano. Le accuse per lui sono quelle di aver favorito alcuni candidati, di aver così pilotato alcuni concorsi. Nelle carte i magistrati descrivono una serie di irregolarità nella gestione delle iscrizioni a numero chiuso della Facoltà di Medicina e Odontoiatria all'Università Statale di Milano e mettono in evidenza un sistema creato ad hoc per condizionare le assunzioni dei docenti con favoreggiamenti personali. In totale sono 11 i concorsi della Statale finiti al centro delle indagini: tutti avvenuti nel Dipartimento di Medicina e in particolare al Sacco. Oltre a Galli, tra gli indagati, ci sono anche docenti che insegnano in importanti Università della provincia di Milano, Pavia, Torino, Roma e Palermo. Le indagini, condotte dai Carabinieri del NAS di Milano, sono partite a marzo 2018 da alcune segnalazioni di studenti che erano rimasti esclusi dai concorsi. Fra gli altri nomi illustri Massimo Andreoni, ordinario alla Sapienza, Claudia Colomba, associata nell'Ateneo palermitano e poi Giovanni Di Perri dell'Università torinese e Claudio Maria Mastroianni, sempre della Sapienza, e molti altri professori e ricercatori.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast