Conte: Non è il momento per la movida

20 mag 2020

Il partito anti happy hour è trasversale, e può contare su nomi illustri. A tre giorni dagli inizi di una fase due che ci costringe a spartire la nostra nuova quotidianità con il covid l'esortazione alla massima cautela arriva dalle più alte cariche istituzionali, politiche e regionali. Il premier Giuseppe Conte, che sulle nuove regole, riferisce nelle prossime ore in Parlamento, pronuncia un monito chiaro. Non è ancora il tempo dei party, delle movide, eccetera. Abbiamo fatto saltare le autocertificazioni giusto? Perchè chiaramente le limitazioni devono essere strettamente necessarie, adesso che c'è una curva sotto controllo saltano le autocertificazioni. Che nessuno pensi che saltano tutte le precauzioni. E se è vero che dal tre giugno ci si potrà muovere su tutto il territorio nazionale. Il ministro Francesco Boccia, avverte che se una regione resterà ad alto rischio sarà esclusa da questa mobilità. La data del tre fa sapere la Ministra dei Trasporti, Paola de Micheli, varrà anche per la riapertura degli aeroporti. Intanto, con una circolare il capo della polizia, Franco Gabrielli, chiede ai suoi uomini, massimo impegno nel controllo del territorio per contrastare mafia, criminalità diffusa e assicurare allo stesso tempo il rispetto del divieto di assembramento. Nel Veneto, In cui il rito laico dello spritz fa parte della tradizione locale, il governatore Luca Zaia annuncia che farà uno spot con le regole per gli aperitivi e poi, dopo aver ricevuto un sos da una ragazza padovana che segnala il comportamento irresponsabile di troppi suoi coetanei, si rivolge ai giovani. Nessuno vi vieta l'happy hour nessuno vi vieta lo spritz ci mancherebbe, però dico evitate gli assembramenti e usate la mascherina non è un sacrificio che vi chiediamo da qui all'età pensionabile, ve lo chiediamo da qui al due di giugno. Il segretario del Pd Nicola Zingaretti, chiede al Governo di inserire i test tra i livelli essenziali di assistenza per garantire che siano gratis per chi non se li può permettere. Uscite tutti di casa e indossate le mascherine. Lo dico perché fa caldo, so che è fastidioso.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.