Coronavirus, a Milano avvio di fase 2 tranquillo

04 mag 2020

Nessuna rissa sugli autobus o tram. A Milano la fase due registra un avvio calmo. C'è più gente in strada rispetto ai giorni del lockdown, ma non c'è la confusione a cui ci ha abituato la città. Parchi aperti, controllati dalla Polizia locale. Milano, che ancora non è arrivata a contare contagi zero, ha imparato dagli errori, ha detto la Vicesindaca, Anna Scavuzzo. “Questa mattina abbiamo avuto un avvio calmo ma costante. Credo che anche l'invito a differenziare gli orari nei quali quali prendere i mezzi pubblici o utilizzare i mezzi personali (la bicicletta, il monopattino elettrico) abbia funzionato. Le auto private sono aumentate. Abbiamo avuto un aumento di circa il 30% rispetto ai giorni di lavoro della settimana scorsa. Comunque c'è stato un avvio morbido, cosa che auspicavamo, anche perché questo è un tempo nel quale cautela e responsabilità devono accompagnare qualunque tipo di ripresa, anche di natura lavorativa”. Di certo si è registrato un aumento degli ingressi delle auto in città. Hanno riaperto le librerie, alcuni bar e ristoranti, che si sono attrezzati per il servizio di asporto. Domani riaprono anche gli otto cimiteri della città. In Piazza Duomo ci sono perlopiù curiosi. Intanto la Regione Lombardia ha stanziato 3 miliardi per la fase di ricostruzione. Le risorse saranno distribuite nel triennio 2020/2022. 83 milioni di euro nel 2020, oltre 2 miliardi saranno stanziati nel 2021 e 130 milioni nel 2022. Non abbassare l'attenzione e continuare a mantenere tutte le misure di sicurezza è l'appello di amministratori locali e istituzioni perché - ha ricordato anche il Governatore Fontana - l'emergenza non è finita.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast