Coronavirus, a Milano Duomo e musei chiusi

24 feb 2020

Scuole, musei, università, monumenti, tutto chiuso. Milano oggi è così. Il Duomo e la Galleria deserti. Non ci sono i turisti e quei pochi hanno mascherine e gel per le mani e sono fortunati, dal momento che ormai sono introvabili. Palazzo Reale e il Museo del Novecento chiusi, per ora fino a domenica prossima. Il coronavirus spaventa, il dibattito: mascherina sì mascherina no, è al centro dei discorsi. Lei non ha la mascherina perché non ha paura o perché non l'ha trovata? Non ho paura. Ritiene che le misure prese siano eccessive? No, sono sempre… vanno sempre bene, però, comunque, non ritengo necessario girare con la mascherina per il momento. Non ne avevano più. Quindi l'avreste messa? Sì, certo. Come no! Secondo me sono misure eccessive, nel senso che anche ascoltando quello che hanno detto, gente più professionista ha detto che comunque, la mascherina se non è di un determinato tipo va solo ad aggravare la situazione. È preoccupata? Abbastanza. Ero già preoccupata un mese fa io, quindi, sono ancora più preoccupata adesso. Credo che la mascherina non risolva. Sono preoccupata perché la situazione non è molto chiara, tutto lì. Lei invece perché non la indossa? Meno preoccupato di lei. Camminando per le vie del centro, va un po' meglio, ma i negozi sono vuoti, anche nel quadrilatero della moda. Qui siamo a via Montenapoleone, stesso scenario a San Babila. Abbiamo fatto un giro per la città e la paura è protagonista di ogni discorso. Chiuso anche il Teatro alla Scala e poca voglia di parlare. Qualcuno ha veramente paura, indossa mascherine e non si ferma nemmeno a parlare, troppo ravvicinato contatto. Poi c’è chi è fatalista e infine c'è chi “non è vero ma ci credo”, che alla mascherina, sì, ma indossata solo per metà. Pochi turisti, poche valigie, supermercati presi d'assalto, così come le farmacie, al momento, la paura è il nemico più prossimo in città.

pubblicità