Coronavirus, a Riccione pronti controlli fase 2

02 mag 2020

Coordinamento e controllo covid sulla spiagga. In ascolto. Come vanno i controlli sul demanio? Tutto regolare. Cambio. Perfetto. Abbiamo un numero di equipaggi rinforzato per questa fase 2. Ricordo di un cittadino che, nonostante i divieti, ha continuato a venire in spiaggia per la passeggiata, è stato sanzionato ripetutamente perché ovviamente il rispetto delle regole è fondamentale per tutelare la salute di tutti. Bisognerà ancora aspettare in Emilia-Romagna per una passeggiata al mare. La nuova ordinanza regionale tiene chiuse per ora le spiagge in fase 2 e stabilisce l'obbligo delle mascherine anche all'aperto, quando non sia possibile stare a un metro di distanza. Questa è Riccione. Ridisegnato il piano dei controlli. Forze dell'ordine al lavoro, pure con gli elicotteri. Durante il lock down, sulle strade della città si sono ridotti i passaggi di automobili, da 800 mila a 80 mila a settimana. In questi due mesi i controlli sulle strade sono stati intensi e capillari. Ci sarà ancora il controllo dell'autocertificazione, però saranno possibili e ammessi quegli spostamenti per i ricongiungimenti familiari, ma soprattutto i controlli della polizia locale saranno volti ad impedire ogni forma di assembramento. È obbligatorio avere un valido motivo per poter circolare anche a piedi e in bicicletta. Stiamo a casa. Dal 4 Maggio riaprono i parchi pubblici, sarà possibile fare attività nei parchi, passeggiare, fare attività fisica. L'unica restrizione sarà limitata alle aree giochi perché, come sappiamo, è impossibile far mantenere le distanze ai bambini e per l'incolumità di tutti è opportuno ancora tenere chiuse queste aree. Ripartire. Le attività commerciali che possono farlo si sono organizzate. Noi vendiamo barche. Abbiamo la possibilità di trasferire una barca, chiedendo chiaramente a Capitaneria, in questo caso al prefetto, la possibilità mantenendo chiaramente le norme e le distanze di sicurezza, mascherine a bordo, tutto quello che chiaramente è da decreto. Noi abbiamo questo chiosco di piadine. Ovviamente siamo stati chiusi questi due mesi, solitamente apriamo a fine Marzo. Partiremo in effetti subito con un po' d'asporto con le dovute distanze, tutte le precauzioni sanitarie. La perla verde dell'Adriatico è pronta. Il sindaco confida nella responsabilità individuale. Un autocontrollo e quindi deve essere fortemente un privarsi di quelli che erano i momenti di socialità comuni soprattutto, ma con questa attenzione riusciremo bene a vivere l'estate.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast