Coronavirus, al via il test rapido del sangue

02 apr 2020

Poche gocce di sangue, prelevate con un piccolo ago dalla punta di un dito, poi l'analisi in laboratorio per capire chi ha contratto e superato il virus e chi no. In Emilia Romagna inizia al test sierologico a tappeto, su tutto il personale sanitario e socio-sanitario. Questo è l'ospedale Sant'Orsola di Bologna. Non si deve più eseguire tampone, ma si esegue sul sangue. È un primo test di screening rapido, la goccia di sangue viene posta in un pozzetto, a contatto con un reagente dimostra immediatamente, nel giro di 5 minuti, complessivamente è di un quarto d'ora è l'esecuzione del test, se il soggetto presenta degli anticorpi contro il Coronavirus e soltanto a quei soggetti che risultano positivi al test sierologico, si esegue il tampone. È un'opportunità finalmente di un test che può screenare, quindi può essere offerto per la sua rapidità e la sua facilità di esecuzione, a un grande numero di soggetti. Il test, sul personale delle strutture sanitarie, sarà ripetuto ogni 15 giorni. Capire l'andamento della circolazione del virus, permetterà di evitare il riaccendersi di focolai epidemici. Sangue e plasma o tampone, su questo la PCR, che è la procedura che ci dice la presenza o meno del virus. Verrà esteso questo tipo di screening anche altre figure? Sì, penso a tutti i corpi di polizia, Vigili del Fuoco, Guardie carcerarie, così come anche molte aziende hanno già richiesto la possibilità di utilizzare questo test di screening. Sulla popolazione, inizierà un monitoraggio a campione. È un virus che si potrà ripresentare, tipico delle fasi invernali e quindi avere questi monitoraggi sierologici anche sulla popolazione, ci sta studiando la Regione, ovviamente, insieme al Ministero della Salute e all'Istituto Superiore di Sanità. Penso che potranno mettere a punto dei sistemi di alert, in modo da cogliere immediatamente il riaccendersi di focolai.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.