Coronavirus, Borrelli: Le regioni reggono l'impatto

05 mar 2020

La macchina sanitaria per fronteggiare l'emergenza per ora regge l'urto del Covid-19, parola del commissario Angelo Borrelli, che sottolinea la crescita delle persone guarite, anche se la progressione dei contagiati e dei morti aumenta del 30% circa. Alle Regioni stanno potenziando, come sapete, l'offerta... di posti per la cura e il ricovero anche in terapia intensiva. Noi abbiamo attivato il meccanismo della CROSS, la Centrale Remota di Soccorso Sanitario che è una centrale che si attiva, e ancora non si è attivata, in caso di emergenze. L'attivazione avviene quando sul territorio regionale non ci sono posti disponibili e quindi bisogna ricorrere al resto delle altre Regioni, quindi a posti disponibili sulle altre Regioni. Quindi, ancora oggi il dato confortante è che i sistemi regionali della sanità hanno garantito tutta l'assistenza di cui c'era bisogno. Il capo della Protezione Civile, però, non abbassa la guardia contro il nemico invisibile e fa sapere che le Regioni stanno potenziando la disponibilità di posti della terapia intensiva. L'età delle ultime vittime ancora in prevalenza tra gli ultrasettantenni e gli ottantenni, afferma Borrelli, che poi fa sapere che il potenziamento delle strutture sanitarie contro la diffusione dell'epidemia è affidato al coordinamento del Ministero della Salute. Per il Commissario la chiusura delle scuole e delle università per fermare il contagio, è una decisione appropriata del Governo, ma i dati attualmente in possesso degli esperti non consentono di fare proiezioni sulla diffusione dell'epidemia. Non è ancora stata presa la decisione se circoscrivere un'altra zona rossa nel bergamasco, dove i contagiati sono in costante aumento.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast