Coronavirus, il nostro sistema sanitario è pronto?

25 feb 2020

I dati sono in continuo aggiornamento. Il numero dei contagi aumenta e le misure di contenimento prese dovrebbero garantire proprio questo: la cintura, il blocco o, almeno, e questa sarebbe già una conquista, il rallentamento. In tanti si chiedono perché da più parti arrivi il consiglio di non affollare gli ospedali e la risposta arriva da questi calcoli. 5090 posti in terapia intensiva in tutta Italia, dunque 8,42 per mille abitanti. Tanti? Sì, ma il punto è: vista la rapida diffusione del virus, il nostro Sistema sanitario è pronto? Ci sono abbastanza posti per tutti coloro che potrebbero averne bisogno? Facciamo chiarezza. Abbiamo sentito da ogni parte e visto, dati alla mano, che la mortalità non è affatto alta e questo è importante. Abbiamo visto che non tutti i casi necessitano di una terapia intensiva, ma se la diffusione continuasse così velocemente e ci fosse bisogno, saremmo in grado di far fronte? In media ognuno dei 400 - 500 reparti di terapia intensiva italiana ha 8 posti letto. Per questo è fondamentale non affollarli, anche perché, sia chiaro, non esiste solo il Coronavirus. Alcuni posti verranno e vengono naturalmente utilizzati da altri pazienti che nulla hanno a che vedere con questa epidemia. C'è, poi, anche un altro ragionamento da fare e riguarda i medici, che sono i primi esposti e che, infatti, a questa velocità e richiesta continua di lavoro, iniziano a scarseggiare. Infatti, dal Presidente dell'Anaao Assomed e del sindacato dei medici oggi arriva l'appello: “Servono risorse aggiuntive di personale sia perché il tempo richiesto a trattare un caso sospetto potrebbe andare a scapito della gestione ordinaria sia perché è utile ridurre l'attesa per l'esito dei tamponi.” “In 10 anni di politiche di risparmi sulla sanità - dice il Presidente Palermo - sono stati tagliati ben 70 mila posti letto.” Ad oggi abbiamo una dotazione di circa 3 posti letto ogni mille abitanti contro una media europea di 5 per mille abitanti. Dalla protezione civile arriva un nuovo dato: abbiamo reperito quasi 3500 posti letto nelle strutture militari. Bisogna prepararsi all'eventualità di una richiesta, ovviamente emergenziale, di posti.

pubblicità