Coronavirus in Sicilia tanti test e aumentati posti letto

03 mar 2020

Sono almeno una ventina i tamponi che vengono analizzati ogni giorno nel laboratorio di riferimento per il coronavirus, la Sicilia occidentale, che si trova all'interno del Policlinico di Palermo. Qui i medici e i tecnici lavorano senza sosta dalla mattina alla sera per effettuare i test e analisi sui campioni che vengono prelevati da pazienti che potrebbero aver contratto il virus. Siamo all'interno del laboratorio di riferimento regionale per la Sicilia occidentale per l'emergenza del coronavirus. In questo momento si stanno lavorando alcuni campioni. Presto questo laboratorio inizierà a lavorare 24 ore su 24. La situazione è una situazione che evolve giornalmente, quando ci sono questo tipo di emergenze non si è mai in numero sufficiente, perché bisogna garantire, ovviamente, l'intero arco della giornata, cosa che noi cerchiamo di fare, per ora, con le poche forze che abbiamo, ma abbiamo già in atto un decreto della regione per fare H24, che speriamo di poter attivare quanto prima, nei prossimi giorni comunque. Gli ospedali siciliani, intanto, cercano di far fronte ad eventuali emergenze, adattando i reparti ed aumentando il numero di posti letto in terapia intensiva. Noi abbiamo fatto da subito, fin dalla fine di gennaio, un Piano per i posti letto a pressione negativa e per i posti letto di rianimazione. Proprio in queste ore, su tutto il web, il documento che gira per le aree di rianimazione è quello elaborato dal coordinamento dell'assessorato regionale alla salute della Sicilia. Stiamo ponendo anche un'esigenza, lo ha fatto il Presidente Musumeci, quello di aumentare il numero dei posti letto a pressione negative e di rianimazione, avvalendosi delle procedure previste dall'ordinanza di Protezione Civile. Da questo punto di vista, attendiamo una risposta dal commissario Borrelli.

pubblicità
pubblicità