Coronavirus Napoli, contagiati in casa di riposo

08 apr 2021

Nell'attesa del vaccino, si sono ammalati di Covid, tutti gli ospiti di una casa di riposo privata a Napoli. Lo denuncia l'avvocato Erich Grimaldi, Presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid, un comitato nazionale di volontari, nato sui social, che si occupa di promuovere le cure domiciliari e aiutare chi si è ammalato e cerca aiuto. "Nessuno degli ospiti, benchè di categoria fragile, così come accertato dal decreto-legge del 12 marzo, è stato vaccinato, così come nessun operatore socio-sanitario. La conseguenza è che tutte e 20 persone sono state contagiate, la struttura ha dovuto fare, a proprie spese i tamponi, circa 50 persone, in tutte chiaramente, le case di riposo, ma soprattutto, non avendo avuto assistenza di alcun medico, si è rivolta al nostro comitato e ne abbiamo inviato un medico in presenza e due a distanza, per poter supportare gli anziani". Ad essersi ammalati, non solo gli anziani ospiti della struttura, ma anche tutti gli operatori. Più volte la struttura, ha cercato di sollecitare un interesse, inviando diverse PEC da gennaio a oggi e chiedendo informazioni su come poter intervenire, per velocizzare la somministrazione. "Ci siamo inseriti nelle piattaforme, che ci avevano comunicato. Noi abbiamo chiesto la prima volta il 10 di gennaio, inviando delle PEC all'ASL di competenza e non abbiamo mai avuto nessun tipo di risposta". La Campania è considerata una regione virtuosa, per numero di somministrazioni, non senza polemiche, per il numero di dosi arrivate, che la Regione, giudica del tutto insufficienti e per l'imminente inizio delle vaccinazioni sulle Isole, per rilanciare il turismo. Intanto, ancora molti anziani, anche ospiti di case di riposo, che sono luoghi di comunità, quindi ad alto rischio Covid, restano in attesa del vaccino domiciliare. "Ho fatto la prenotazione, dal 2 febbraio, ho avuto conferma, codice di adesione, ma sto ancora aspettando. Ho inviato due email, hanno un indirizzo che mi ha dato l'ASL, ho ricevuto una risposta automatica, quindi, di poco valore". "Chi è che ospita all'interno di una di queste strutture?". "Mia madre, ha 86 anni e oltre anche fragile".

pubblicità
pubblicità