Coronavirus, partita la fase 2 alla Fca di Melfi

27 apr 2020

In coda ai tornelli a distanza di sicurezza. Quindi il passaggio al termo scanner per il controllo della temperatura. Piccole novità che scandiscono, qui a Melfi, il rientro in fabbrica, rigorosamente con la mascherina. Stamattina abbiamo trovato tutto un ambiente santificato, ci hanno formato, la prima ora abbiamo fatto formazione, ci hanno dato i dpi che ci servivano. L'unica cosa che adesso è il dubbio, per i nostri lavoratori è la questione, se ci sono persone che sono, asintomatici diciamo. "C'è paura?" Certo tutti abbiamo paura, sia dentro che fuori. Cambia lo scenario, anche a fine turno. Il grosso degli operai va via in auto, pochi e a capienza ridotta, i pullman in circolazione. Carico totale 14. "Quando in totale ce ne andrebbero?" 54. Per lo stabilimento lucano di Fca destinato alle produzioni di modelli ibridi, quella di oggi è stata comunque una mini partenza. Poche centinaia di lavoratori a fronte dei circa 7000 totali. In fabbrica, questa mattina, c'erano anche i rappresentanti sindacali per una prima verifica dei protocolli di sicurezza. È noto a tutti oramai che la gestione e il carico economico di questa emergenza, ognuno tenterà di non caricarsene troppo. Noi però siamo qui per sensibilizzare e trovare il giusto punto di equilibrio perché il diritto alla salute non può essere ridotto soltanto dal diritto al lavoro, ma che in questo momento, appunto, vanno tenuti insieme.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast