Coronavirus, premiato il tassista che aiutava i più deboli

13 lug 2020

Questa cosa qui del lockdown ha messo in difficoltà tante persone, tanti anziani che non sapevano come fare, avevano paura di uscire anche per andare a far la spesa. E quindi ho iniziato con questo tweet che ha avuto un successo clamoroso. Su Twitter il suo annuncio all'inizio del lockdown: mi rendo disponibile per trasporti e consegne gratuitamente. Dal 12 Marzo per quasi due mesi a Bologna il suo taxi è stato al servizio delle persone in difficoltà. Tante consegne da farmacie, fare la spesa per delle persone, mamme e nonne che volevano consegnare cibo ai figli e nipoti, vestiti da lavare, tantissimi libri, le consegne pasto per gli ospedali. Sotto le due torri e sui social è conosciuto come Roberto Red Socks per la sua passione, profonda al punto da tatuarsela sulla pelle, per la squadra di baseball di Boston. C'è chi lo definisce eroe per essersi messo a disposizione dei più deboli nel momento più acuto dell'emergenza. Oltre un migliaio di consegne, ma Roberto Mantovani, cinquantenne che crede nel karma e nell'ironia, liquida il tutto ricordando la sua vita precedente. Io per vent'anni ho fatto le rimozioni di auto, ero il cattivo, e quindi dopo tanti anni di cattiveria, tra virgolette, ho iniziato questo lavoro. Qui invece si può fare del bene. Il Sindaco di Bologna, Virginio Merola, ha ora deciso di premiarlo con una medaglia al merito civile. Mi fa piangere questa cosa qui, la danno a me, ma la danno a Bologna, secondo me la danno a Bologna.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast