Coronavirus, test rapido in Veneto

14 lug 2020

Quello cui ci sottoponiamo è il cosiddetto tampone istantaneo, sperimentato nelle ultime settimane dalla Regione Veneto. La rapidità nel dare l'esito è paragonabile a quella dei test sierologici. Sono infatti sufficienti meno di 10 minuti, ma in questo caso non c'è alcun prelievo di sangue e non si cercano anticorpi. Si tratta di un vero e proprio tampone in grado di individuare direttamente il Coronavirus. Una volta prelevato, il campione nasale viene stemperato in un liquido e, quindi, versato in una saponetta reagente. Se si è negativi, come nel mio caso, non si noterà alcuna reazione cromatica che, invece, avverrà in caso di positività. “E' un test di screening, quindi, nei positivi, i positivi sono poi confermati con il test di biologia molecolare, che è l'unico test attualmente riconosciuto per fare diagnosi corretta di infezione da Sars Covid 2” I vantaggi del tampone istantaneo sono la velocità nel dare l'esito e i costi contenuti, meno di 15 euro contro i 40 dei test sierologici rapidi. “Questo è un test semplicissimo da eseguire, l'avete visto. E' semplicissima la lettura. Non ci sono reagenti da aggiungere in maniera complicata, quindi questo è un test che può essere utilizzato nel territorio.” Sul fronte dei contagi, in Veneto la situazione resta sotto controllo. Dopo il sequenziamento, gli studi si concentrano sul ceppo di Coronavirus arrivato dai Balcani, un ceppo particolarmente aggressivo. “E' un ceppo diverso da quello che circola, perlomeno in Veneto. Adesso dobbiamo correlare la clinica a queste varianti di ceppi e capiremo in futuro se dobbiamo avere più paura o meno.”.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast