Covid a Siena, in ospedale no vax e anziani

07 nov 2021

Tra le città italiane dove il virus corre più velocemente, c'è Siena. 97 casi su 100 mila abitanti, diversi focolai tra bambini della scuola primaria e media, un caso su cinque, ma quelli che arrivano all'Ospedale Le Scotte di Siena, sono di altre due tipologie. "E siamo arrivati a questi 32 pazienti, il nostro reparto è nettamente distinto in due parti, abbiamo una fascia di età al di sotto dei 65 anni, che è costituita esclusivamente da persone non vaccinate e sono le persone che in questo momento probabilmente, ci impegnano di più per tanti fronti e per tanti aspetti, perché hanno un'insufficienza respiratoria progressivamente ingravescente e ovviamente, manca la protezione del vaccino, che invece è presente nell'altro cluster di malati, che sono i pazienti anziani ultra 80enni o ultra 70enni". La Professoressa Bargagli, referente regionale per le malattie rare del polmone, la polmonite interstiziale, non si spiega come il primo gruppo nemmeno con il casco per l'ossigeno o in punto di morte, sia pronto a rivedere le proprie scelte No Vax. Scelte che mettono a rischio anche la vita, appunto, delle persone anziane e insieme fragili. "Questo è un aspetto drammatico per noi ed è il motivo per cui siamo qui a parlarne, cioè il messaggio deve essere assolutamente chiaro, dobbiamo vaccinarci anche a 30 anni, anche a 15 anni. È importante che anche i pediatri, in questo momento, ci aiutino in questo messaggio di serenità e di diffusione del vaccino, anche nelle categorie dei bambini".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast