Covid Bari, il Comune concede i tavolini in strada

09 mag 2021

Nei giardini del centro trasformati, gioco forza, in aree picnic, tavoli, sedie e camerieri, vengono vissuti come miraggi. "Sarei stato contentissimo avere un tavolo, sedermi, invece. Sono venuto a Bari per fare una passeggiata, oggi festa della mamma, però mi trovo a disagio anche perché mangiare in mezzo alla strada, la gente che ti guarda". "C'è tanta voglia, tanta mancanza, anche soltanto di contatto sociale e con tutte le distanze, tutte le misure, però c'è voglia da parte di tutti". Ma l'attesa ormai è finita. Dopo due mesi anche la Puglia torna in zona gialla e i ristoratori possono finalmente tirare a lucido i dehors, il loro personale lasciapassare per la quasi normalità. "Mi sento abbastanza fortunato ma, nello stesso tempo, sono vicino a chi non ha la possibilità di avere il dehor. Mi piacerebbe che il Governo, diciamo, tutelasse anche chi è meno fortunato di me". Qui a Bari, in realtà, qualcosa si è mossa. Un regolamento comunale autorizza i ristoratori, impossibilitati per motivi di spazio ad allestire dehors e gazebo, ad utilizzare la sede stradale, occupando uno o due posti auto sui quali sistemare, fino a settembre, una pedana. La proposta, al momento, non ha avuto grande seguito, mentre non si sono fatti attendere le critiche di alcuni residenti del centro cittadino, preoccupati per i loro posti auto. Quando si dice la solidarietà.

pubblicità
pubblicità