Covid, come sanificare la casa se si vive con un positivo

15 nov 2020

La diagnosi di covid arriva come uno tsunami in una casa, la situazione va gestita subito e in modo corretto. Cosa si deve fare in prima battuta? La prima cosa da fare è sicuramente avviare l'isolamento, quindi il distanziamento fisico del soggetto o dei soggetti che sono sospetti o noti per infezione da SarsCov2 nell'ambiente famigliare, in questa stanza dedicata, preferibilmente il soggetto deve dormire, se possibile mangiare e anche a svolgere le attività ricreative della giornata. Mascherina, distanza, sanificazione, la raccolta differenziata viene sospesa immediatamente, la famiglia userà un doppio sacco indifferenziato per tutti i rifiuti. É preferibile utilizzare delle stoviglie vettovaglie dedicate al malato e se non è possibile si può scegliere il monouso, preferibilmente ecologico, per le superfici generali, incluso l'acciaio, prodotti a base di ipocolorido di sodio, quindi la comune candeggina, ad una concentrazione minima dello 0,1%, nel caso di lavaggio dei sanitari, invece, si può aumentare dello 0,5%, per tutto quello che riguarda la comune oggettistica, pensiamo al telecomando, piuttosto che alla cornetta del telefono, è preferibile utilizzare prodotti a base alcolica purché si rispetti la concentrazione minima di alcol al 70 %. Legno, acciaio, plastica, tessili, prodotti diversi per ogni superficie, senza dimenticare quegli oggetti che si toccano di continuo, vietato mangiare insieme, il bagno va pulito dopo ogni utilizzo. É importante selezionare nella nel nucleo famigliare la persona che è in primis in condizioni di buona salute che può prestare appunto assistenza al malato. Chi assiste il malato dovrà indossare sempre mascherina e guanti, quando si occupa della pulizia dovrà aggiungere un grembiule di plastica e una protezione oculare se usano prodotti che generano spruzzi. Lo stesso vale per chi si occupa di un bambino piccolo, nel momento del lavaggio e del cambio. Meno è meglio, meno giochi, meno oggetti esposti, meno contatti possibili e movimenti.

pubblicità