Covid, controlli dei carabinieri nei parchi di Torino

15 nov 2020

Parco Ruffini, zona sud di Torino, una delle aree verdi più estesa della città, alle 10:00 di mattina c'è già tanta gente in giro, chi corre, che passeggia, chi va in bici, i parchi sono sorvegliati speciali questo fine settimana, perché nel weekend scorso, complice un bel sole e una temperatura mite, sono stati presi d'assalto. Noi abbiamo seguito i controlli dei Carabinieri che in auto, in moto e a piedi, verificano il rispetto delle regole, soprattutto nei luoghi più sensibili. Si può fare una passeggiata nei pressi della propria abitazione, definiva attività motoria, si può correre, si può fare attività ciclistica, non si possono svolgere sport di contatto quali calcio, calcetto, tennis, quindi queste attività non sono consentite, il nostro servizio serva anche a verificare che questo non avvenga e che la cittadinanza possa utilizzare il parco l'area verde in maniera assolutamente serena. Il comportamento dei cittadini finora? Il comportando dei cittadini è votato sicuramente al senso di responsabilità, le contravvenzioni che ricordiamo vanno dall'importo di 400 euro minimo a 1000 euro che sono state irrogate in area sono molto poche e quindi sicuramente il senso civico è molto elevato. In effetti girando nel parco non si notano assembramenti o comportamenti scorretti. Noi la mascherina, il distanziamento, tutto a posto, tutto regolare. Quanto corre oggi? Oggi ho corso dalle 10:00 fino alle 11:30, mezzogiorno. La gente bene o male si comporta abbastanza bene, ogni tanto qualcuno bisogna un po' prenderlo per le orecchie, però credo che, tutto sommato, basta guardarsi un intorno, le persone hanno voglia di fare un pò di attività fisica ma stanno attente. Non c'é molta gente che non hanno la mascherina, solo quelli che corrono non hanno la mascherina, ma noi ce l'abbiamo tutti, quindi siamo a posto.

pubblicità