Virus, l'Europa divisa a metà per i contagi da Covid-19

26 ott 2021

È la mappa dell'Europa, divisa in due colori. Il verde più scuro, evidenzia la zona dove il numero dei decessi è più alto. Si tratta dei Paesi in cui il tasso di vaccinazione contro il Covid-19 è ancora basso e le conseguenze del virus sono più pesanti. L'Est Europa soprattutto, dove i pazienti ricoverati sono sempre di più e si ricomincia a chiudere tutto. In Romania, sono state introdotte nuove restrizioni, qui le persone coperte con il ciclo completo sono il 31% della popolazione totale, rispetto al 74 italiano. È ora, che con la situazione che si aggrava, sarebbe partita la corsa al vaccino, per cercare di arginare la diffusione dei contagi e le sue conseguenze. Si parla di adottare misure anti contagio anche nel Regno Unito, misure che però non sono molto diverse da quelle già in vigore in Italia e in altri Paesi, come l'uso delle mascherine in certi luoghi e un'estensione dello smart working. Differenti invece, da quelle adottate in Lettonia e questo perché, come si vede, a essere diverse sono le due situazioni. Anche il dato sui decessi divide Londra dai Paesi come la Bulgaria e la Romania. Nell'altra Europa invece, si parla piuttosto di terza dose. Dopo la decisione dell'FDA americana, il 28 ottobre l'Agenzia Italiana del Farmaco, valuterà l'opzione del booster per il monodose Johnson & Johnson. L'azienda intanto, fa sapere che le risposte immunitarie rimangono robuste per 8 mesi e che il richiamo aumenterebbe la forza della protezione contro il Covid-19, fino al 100%.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast