Covid, il governo lavora a nuove restrizioni per Natale

21 nov 2021

L'obiettivo è quello di evitare di finire in zona gialla entro la fine di dicembre, per questa ragione la stretta prima di Natale, risulta ormai inevitabile per frenare la quarta ondata di Covid. Allo studio del Governo, un nuovo decreto, sul tavolo varie ipotesi, dal cosiddetto Super Green Pass all'obbligo vaccinale che è certo, la prospettiva più estrema, ma se i contagi dovessero peggiorare ancora, Palazzo Chigi potrebbe decretare l'imposizione per tutti, oppure rendere obbligatoria la terza dose oltre che per il personale sanitario, anche per altre categorie, come gli insegnanti e le Forze dell'Ordine. Non appena arriverà poi, il via libera dell'AIFA, il Ministero della Salute potrebbe autorizzare la terza dose di vaccino o il richiamo dopo cinque mesi, dall'ultima inoculazione. Tra le ipotesi, anche quella che il Green Pass avrà durata più breve, passando dagli attuali 12 a 9 mesi, in modo che il calo della copertura vaccinale dopo sei mesi, venga attutito. Il Governo dovrà poi trovare il punto di equilibrio tra i dati dei contagi in aumento e la volontà di non far pagare agli italiani che si sono vaccinati, nuove restrizioni. Un altro nodo dunque da sciogliere, riguarda l'estensione delle nuove regole a carico dei No Vax. Tra le ipotesi, c'è quella di far scattare le restrizioni solo per chi non si è vaccinato, nel caso in cui una regione passi di colore. Un'altra decisione importante riguarderà la validità dei tamponi, tra le ipotesi c'è quella che sia ridotta per i molecolari a 48 ore, per gli antigenici a 24 ore. Infine, sul fronte del trasporto pubblico locale, al momento dovrebbe essere esclusa l'estensione dell'obbligo del Green Pass.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast