Covid, in Emilia focolai nella logistica, interviene Regione

11 lug 2020

Io sono la donna delle pulizie, mi occupo di pulire, sanificare, di tenere tutto pulito insomma. Dentro vengono rispettate le misure di sicurezza, mascherine, distanze? Sì sono molto rigorosi. Di nuovo un focolaio, di nuovo nella logistica. A Bologna dopo il caso del corriere Bartolini con 158 contagi, sono 43 i positivi al Covid alla Tnt, un ricovero in ospedale, ma è asintomatica la maggiorparte. "Noi tranquilli adesso al lavoro. Sempre attenzione, sempre mani, guanti, mascherina, sempre". Il settore della logistica severamente colpito, la precarietà del lavoro una delle cause. Il ricorso frequente a cooperative esterne in appalto fa sì che un operaio si alterni in aziende diverse in pochi giorni, un eventuale positivo può diffondere la malattia all'interno di più realtà. Il problema preoccupa l'Emilia Romagna, la Regione varerà tra qualche giorno un'Ordinanza che renderà obbligatorio il test sierologico per tutti i lavoratori del comparto. Entro il mese di luglio dovremo compiere queste indagini, mira a individuare tempestivamente la presenza del virus nel settore della logistica e nei lavoratori della logistica. Ovviamente, noi faremo anche controlli con la medicina del lavoro, Carabinieri e Forze dell'Ordine per quello che riguarda il mantenimento delle misure di sicurezza. Il rischio di trasmissione del virus per chi riceve un pacco è molto basso e non è diverso dall'acquistare un oggetto in negozio. La precisazione del Dipartimento di Sanità Pubblica: il rischio zero non esiste. Ma il virus non sopravvive a lungo sulle superfici, importante lavare spesso le mani.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast