Covid Mantova, sotto controllo i focolai nei macelli

07 lug 2020

Preoccupazione sì, quella c'è sempre. Questa mattina abbiamo fatto i tamponi, c'è l'Asl, speriamo bene. Il secondo tampone, a pochi giorni dal primo per i dipendenti di questa azienda di Viadana, nel mantovano. Un nuovo esame per verificare la presenza di eventuali casi di falsi negativi al coronavirus. È pericoloso per tutti. Tra Viadana e Dosolo, 5 stabilimenti per la macellazione e la lavorazione della carne sono stati costretti a chiudere dopo la scoperta di focolai riaperti in seguito una sanificazione straordinaria. Le mascherine vengono utilizzate? Sì, usano sempre mascherine, guanti e tutta la roba. Sono un RLS e posso garantire che viene rispettato tutto, le distanze, tutto. 70 gli operai risultati positivi, mille 500 tamponi effettuati. Asintomatica è la maggior parte degli infetti, più di 300 persone in quarantena, un ricovero in ospedale. Ci sono tante persone che vengono da varie parti, da varie Province, me l'aspettavo che ci fossero dei positivi, ce l'aspettavamo un po' tutti. L'azienda sanitaria ha esteso lo screening in altre fabbriche della zona e, nelle prossime ore, sottoporrà a tampone i quartieri di Viadana e Casalmaggiore in cui risiedono molti degli operai contagiati. Noi, consideriamo un focolaio quando ci sono almeno due casi collegati fra loro. Per quello che abbiamo potuto riscontrare, in questa azienda hanno applicato correttamente i protocolli. Il rischio zero non esiste, quindi anche la messa in campo di protocolli e l'effettivo rispetto dei protocolli da parte dei datori di lavoro, non sempre corrisponde ad una protezione assoluta, proprio perché poi ci sono dei comportamenti individuali che non è sempre è possibile controllare al 100 per cento.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast