Emergenza Covid, ospedali pieni: la Puglia resta "rossa"

10 apr 2021

I pugliesi ormai alla zona rossa hanno fatto l'abitudine, imparando chi più, chi meno, a conviverci. Queste immagini girate in mattinata a Bari, raccontano una città comunque vivace, nonostante i divieti, a tratti addirittura caotica. Divieti che rimarranno in piedi, almeno per tutta la prossima settimana, visti i numeri che arrivano dagli ospedali della Regione, dove i posti letto Covid occupati, superano ormai il 53% e le terapie intensive sono ben oltre la soglia d'allarme. Un quadro reso ancor più preoccupante, dall'andamento, finora piuttosto lento, della campagna vaccinale. In Puglia, è stato somministrato solo il 74% delle dosi arrivate, un ritardo che si spera di riuscire a recuperare nel weekend, riservato in particolare, proprio come chiesto dal Generale Figliuolo, a ultra 80enni e fragili, poi da martedì, dovrebbe finalmente partire la cosiddetta campagna di massa, dai 79enni in giù. Intanto, continuano anche qui le polemiche sui "saltafila", in Puglia, l'8% delle somministrazioni è andato a soggetti identificati come "altro", nella tabella delle categorie del sito del Ministero, i loro nomi sono negli elenchi, sui quali i carabinieri dei NAS e gli ispettori della Regione, stanno lavorando ormai da settimane.

pubblicità
pubblicità