Covid, scoperto farmaco che blocca il virus nelle cellule

24 mar 2021

Si chiama indolo tre carbinolo 3 c è un composto naturale che potrebbe agire come antivirale contro al covid-19. Da maggio 2020 lo stanno studiando ricercatori italiani, americani, francesi, canadesi, coordinati dal professor Giuseppe Novelli. Dopo 10 mesi di analisi in laboratorio è emerso che sarebbe in grado di bloccare gli enzimi necessari al Sars CoV 2 per uscire dalle cellule del corpo umano dopo essersi replicato. Ci siamo focalizzati a cercare di capire qual è la via e quali proteine nostre il virus utilizza per uscire. E abbiamo scoperto una classe di enzimi di cui lui ha bisogno per fare le copie di se stesso e uscire. Il risultato è stato sorprendente. Come si vede nelle immagini in alto a destra di questo schema il tessuto polmonare infettato mostra aree verdi dove si annida il virus. 24 ore dopo il trattamento il tessuto è guarito e le macchie verdi non ci sono più. Adesso stiamo verificando questo su un animale di laboratorio e poi è già partito in America uno studio multicentrico che dovrebbe appunto coinvolgere più ospedali in America in Europa con cui sperimentare se questo farmaco ha un effetto sui pazienti, sui malati. Il processo in teoria è semplice. Questo farmaco blocca l'attività del virus. In particolare gli impedisce di uscire dalle nostre cellule. Un passaggio i cui risvolti sono fondamentali. Un vantaggio di questo farmaco è che, al contrario di altri, non risente, o non dovrebbe risentire, delle varianti del virus, delle mutazioni, perché agisce sulle nostre proteine non sul virus. Lo studio, cofinanziato dalla Fondazione Roma, al quale hanno partecipato per l'Italia anche l'istituto Lazzaro Spallanzani di Roma, l'ospedale Bambin Gesù, l'università San Raffaele di Roma e l'università di Torino è un tassello importante per il futuro. Per uscire da questa crisi abbiamo bisogno di vaccini, abbiamo bisogno di anticorpi monoclonali e di farmaci antivirali come potrebbe essere questo.

pubblicità
pubblicità