Crisi pandemia, ristoratori manifestano a Roma

04 nov 2020

Si ritrovano sul Ponte Vecchio in cerca di certezze e sostegni economici. Il primo pensiero è per Luca, ristoratore che si è tolto la vita. Iniziative dei ristoratori toscani e TNI, tutela nazionale imprese. Lo sapete quante persone danno da lavorare bar e ristoranti in Italia? Quasi 2 milioni. Lo sapete quanto vale sul Pil per il nostro lavoro, considerando anche l'indotto? Più o meno il 30% del Pil. Lo sapete quante sono le attività, da un'indagine della nostra associazione, a rischio chiusura? Tra il 30 e il 50%. Alla manifestazione partecipano gli Ncc, il movimento dei produttori italiani e tanti altri consorzi. C'è anche una specie di padrino, armato di padella. È lo chef Vissani. La soluzione è accantonare il debito pubblico, accantonare le tasse, rispettare il Covid perché dobbiamo conviverci. Dopo il sit-in una parte dei manifestanti si avvia verso Roma. Arriveranno tra una decina di giorni, lo hanno chiamato "il cammino degli inessenziali".

pubblicità