Delitto Sacchi, nell'ordinanza i ruoli degli indagati

30 nov 2019

Gli inquirenti l'avevano detto nei giorni scorsi: "per noi il quadro è ricomposto e così in manette per l'omicidio di Luca Sacchi, il contesto in cui è maturato, sono finite con i già carcerati Del Grosso e Pirino altre due persone, l'amico di Luca Giovanni Princi e un altro giovane Marcello De Propris, indagata è anche la fidanzata Anastasia, che ha sempre negato un coinvolgimento. Nell'ordinanza il GIP ricostruisce i passaggi e i ruoli di ciascuno. Innanzitutto De Propris, è lui che dalla pistola illegalmente detenuta dal padre a Del Grosso ed è lui chiamato a fornire la droga, i 15 chili di marijuana da vendere al gruppo del Tuscolano, cioè gli amici di Luca. PM e giudice lo ritengono complice dell'omicidio in quanto dando l'arma per una rapina di cui era a conoscenza, ha accettato il rischio di quanto sarebbe successo nella prospettiva di partecipare agli utili. Sono le intercettazioni a offrire un quadro chiaro: Del Grosso e De Propris si sentono freneticamente quel 23 ottobre, parlano in codice di un game boy, cioè la droga che De Proprio sta imballando, ma poi qualcosa cambia, Del Grosso ripensa ai 70mila euro nello zaino di Anastasia e gli viene in mente una rapina. Richiama De Propris e gli dice: "Sto con il mio amico bello fulminato", riferendosi a Pirino, e poi aggiunge: "se invece vengo a prendermi quella cosa che hai detto e glieli levo tutti 70, te faccio un bel...", bel regalo per gli inquirenti, cioè parte del bottino. Come andrà a finire è noto, d'altronde è lo stesso Del Grosso a dire tutto poco dopo al datore di lavoro: "ho sparato una persona. Stavamo facendo uno scambio di droga, non volevo colpirlo, scappo in Brasile tanto abbiamo 70mila euro", alcune delle sue frasi ben dettagliate. Poi ci sono Giovanni e Anastasia che, scrive il GIP, dimostrano di essere pienamente inseriti nel circuito della compravendita di stupefacenti. Quella ragazza che agisce con freddezza e professionalità nella gestione della trattativa, l'incarico affidatole di detenzione del denaro e di partecipazione alla delicata fase dello scambio, una descrizione un epilogo che hanno sorpreso chi la conosceva.

pubblicità