Dopo Ema via libera Aifa, Magrini: Astrazeneca sicuro

19 mar 2021

Dopo 3 giorni di stop a scopo precauzionale, riprende su tutto il territorio nazionale la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Dopo l'Ema, è l'agenzia italiana del farmaco a revocare il divieto d'uso dell'antidoto di Oxford: il vaccino è benefico e sicuro per l'attuale campagna vaccinale senza limitazione di età e senza sostanziali controindicazioni per l'uso. Questo è molto importante sottolinearlo. Il vaccino, come detto chiaramente ieri, non è associato ad un aumento complessivo del rischio trombotico e trombo embolico né vi sono problematiche relative ai lotti. Il direttore dell'Aifa, in conferenza stampa al Ministero della salute, esclude la necessità di trattamenti profilattici o successivi alla vaccinazione, in nessuna categoria di pazienti anche per chi assume pillole anticoncezionali o presenti coagulopatie. L'istituto superiore di sanità sottolinea come i benefici del vaccino siano dunque superiori ai rischi. Ricordando che, complessivamente, i casi sospetti siano stati nel vecchio continente 25 a fronte di oltre 20 milioni di somministrazioni ed esclude restrizioni d'uso, così come effettuate in Francia, dove le autorità sanitarie hanno raccomandato di inoculare AstraZeneca solo alle persone sopra i 55 anni. Non riteniamo che sussistano condizioni elementi e motivi per procedere a una restrizione di impiego d'uso sotto i 55 anni di età. Dunque avanti tutta con la campagna vaccinale. Dobbiamo non solo riprendere quel numero di vaccinazione al giorno, eravamo a 200 al giorno, ma raddoppiare, se possibile.

pubblicità
pubblicità