Droga, Ave Maria per fermare lo spaccio a San Basilio

18 dic 2020

Più sono lunghi i fuochi e maggiore è il quantitativo di droga che è arrivato, a San Basilio ogni carico si festeggia così, la polizia che ci accompagna per le piazze dello spaccio Romano ci spiega che questi sono durati tanto, è arrivata la droga, fino a Capodanno. Don Antonio ostacola così gli affari del clan, da 5 anni sotto scorta, ogni sera dice il Rosario, intona canti mariani, davanti la piazza del bar del cortellato c'è qulacuno che sembra cercare qualcosa. Bene, questo ragazzo qui evidentemente sta cercando è venuto per comprare un po' di droga, ha compreso che qui ci sono delle forze di polizia, ha fatto il vago e se n'è andato di là, perché questa è una piazza di spaccio che lavora h24, chiaramente qui esiste una militarizzazione dell'organizzazione criminale che ha assoggettato questo territorio e che ha delle turnazioni h24. Quando noi siamo arrivati qui c'erano delle vedette che poi sono scappate e hanno gridato infame. La parola d'ordine a San Basilio è "levate" che in romano significa sparisci, la usano le vedette per avvisare gli spacciatori dell'arrivo della polizia. Questo è un condominio dove c'è questo portone blindato, il pusher da dietro il portone cede la sostanza al tossicodipendente che aspetta fuori. Piazza della Lupa frutta 22000 euro al giorno tra cocaina e hashish, sotto i portici le sedie delle vedette. Questo era un bunker dello spaccio, è ancora visibile l'entrata che gli spacciatori utilizzavano e dall'altro lato c'è l'uscita, c'è la via di fuga e da queste fessure che sono qui sotto cedevano la droga ai tossicodipendenti. Qui sono ancora visibili dei fili legati, ai quali attaccavano i paracaduti, quindi li nascondevano in modo che non potevano essere ripresi, se non da chi sapeva dov'erano nascosti, sono ancora visibili all'interno gli involucri che venivano lasciati dagli spacciatori. Quindi hanno murato questo e hanno impedito. hanno impedito l'accesso ma lo spaccio attualmente si svolge proprio in mezzo alla strada e dentro il portone che abbiamo visto. Don Antonio Coruccia continua a pregare, la gente si affaccia alle finestre, le pattuglie della polizia si avvicendano, solo qualche giorno fa qui hanno arrestato 11 persone.

pubblicità