E' nel nome dell'inclusione la parata ai Fori Imperiali

02 giu 2019

Aprono la parata i sindaci, poi sfilano i reparti, compresi quelli para olimpici, di fronte al capo dello Stato e Governo. Il tema per il 73° anniversario della festa della Repubblica ai Fori Imperiali è proprio quello dell'inclusione. Un tema richiamato più volte dallo stesso presidente Sergio Matterella, che in risposta ai tre generali in pensione, assenti alla parata, perché in dissenso con l'attuale politica in materia di difesa, ha affermato come libertà e democrazia siano incompatibili con chi cerca sempre i nemici. Lo spettro delle minacce è vario e può andare da minaccia terroristica quindi operazione Strade Sicure, ma anche in caso di pubbliche calamità, con appunto il reparto dell'Esercito che possono intervenire in casi di terremoto o alluvione. 4000 donne e uomini in divisa insieme al servizio civile e volontariato, hanno marciato in sette settori distinti, applauditi dai tanti che hanno assistito alla sfilata. Un esempio eccellente di inclusione sociale è quello che vede i nostri atleti paralimpici tesserati Fiamme Oro che hanno sfilato qui nella rivista nel primo settore, persone che hanno fatto della loro disabilità un valore aggiunto, raggiungendo anche eccellenti traguardi. Un impegno, quello della difesa, rivolto quindi non solo rispetto del mandato costituzionale, ma anche direttamente in supporto alla popolazione, in sinergia con tutte le altre realtà del territorio, dai Vigili del Fuoco ai volontari del servizio civile. E' la nostra energia, quello che ci da, appunto, la motivazione per fare un lavoro che spesso veramente è critico perché operiamo in condizioni al limite del rischio della vita.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.