E' pace tra Cei e Governo: Messe ricominciano dal 18 maggio

07 mag 2020

Non ci sarà il coro, ma nemmeno il controllo con termo scanner all'ingresso delle chiese. Previsto inizialmente, non ci sarà lo scambio del segno della pace, ma sacerdote potrà distribuire la comunione, senza però toccare le mani dei fedeli e indossando guanti monouso e mascherina. Dopo settimane in cui si erano susseguiti toni di battaglie e disgeli, è stato firmato il protocollo tra il Governo e i vescovi italiani per la ripresa delle messe con il popolo. Le tensioni e le polemiche sono le spalle, le celebrazioni ricominciano e i vescovi esprimono la loro soddisfazione. La notizia viene data così da monsignor Stefano Russo, il segretario generale della Cei. Da lunedì, 18 maggio, sarà possibile tornare a celebrare l'eucarestia con il popolo. Il protocollo che è stato definito prevede alcune misure sanitarie per far sì che possiamo tornare a celebrare nel rispetto della salute di tutti. Gli ingressi, naturalmente, saranno contingentati secondo la capienza delle chiese, e se ci saranno molte persone verranno incrementate le celebrazioni. Divieto di accesso a chi sa di avere una temperatura pari o superiore ai 37 gradi e mezzo, tutte le porte d'ingresso e di uscita saranno sempre aperte e accanto ci saranno liquidi igienizzanti, un volontario vigilerà che siano rispettate le distanze d'ingresso di un metro e mezzo, all'interno invece, la distanza tra i fedeli dovrà essere di almeno un metro, non si faranno assembramenti né in Chiesa, né fuori, né nei locali annessi e gli oggetti liturgici e gli ambienti saranno santificati al termine di ogni celebrazione. Pace fatta, insomma, e dopo due mesi ritorna la messa con il popolo. “Ringrazio la Cei per il grande sostegno che dà al Paese”, ha detto il Presidente del Consiglio, Conte. “C'è stata profonda collaborazione”, ha ribadito il cardinale Bassetti. “Lavorando insieme siamo arrivati a un ottimo risultato”, ha aggiunto il Ministro dell'Interno, Lamorgese, che ha indicato che analoghi impegni vengono adesso assunti anche con le altre confessioni religiose.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast