Emergenza Covid, al Niguarda il vaccino moderna a domicilio

23 feb 2021

Le auto partono la mattina presto, a bordo un medico e un infermiere. Il vaccino è quello Moderna che non ha bisogno di diluizione, si conserva anche a -20 e per 6 ore a temperatura ambiente. Oggi viene somministrato per la prima volta a domicilio dall'hub del Niguarda, prima tappa a casa di Luigi e Maria, poco più di 80 anni, ma con gravi patologie, non escono da casa da un anno. Seconda tappa casa di Luciano, che di anni ne ha 85, alla moglie che ne ha 79 toccherà aspettare il suo turno. Gli altri over 80 arrivano nei centri vaccinali scaglionati a seconda delle disponibilità del vaccino. Dà una certa sicurezza, ti fa sentire più sicuro. La prima cosa che vorrò fare è riabbracciare i miei figli e i miei nipoti. Alle 14.00 il centro di via Ippocrate cambia faccia insieme al vaccino, si passa alle somministrazioni di Astra Zeneca che da oggi è autorizzata fino ai 65 anni in assenza di patologia. Allora le differenze più importanti sono la maggiore praticità, perché AstraZeneca non deve essere ricostituito ma si ispira direttamente dalla boccettina e la conservazione, perché AstraZeneca non necessita di livello di freddo particolarmente basso. In Lombardia ad oggi AstraZeneca, oltre alle forze dell'ordine, viene somministrato al personale che lavora in ambito sanitario, ma non era compreso nella prima categoria. Lavoriamo nel settore sanitario e quindi insomma abbiamo avuto la fortuna di farlo subito e quindi ci consideriamo fortunati.

pubblicità