Emergenza virus, 80 morti in due rsa milanesi

05 apr 2020

I feretri bloccati all'interno. Gli ospiti isolati e quasi tutti con la febbre, 80 morti 70 sospette 10 per coronavirus, Sette ospiti della Rsa Ferrari e tre della Rsa casa dei coniugi gestite dalla cooperativa sociale Progress. Su 300 dipendenti, sei i positivi, tra cui il direttore sanitario. Siamo a Milano e le testimonianze denunciano la mancata attivazione di sistemi di sicurezza per ospiti e personale sanitario. Le due strutture collegate ospitano 435 persone. Il personale fino a qualche settimana fa, passa dallo stabile all'alto. Le immagini, mostrano lo stato di una delle due Rsa. In questi letti sono decedute persone positive, al Covid-19; non c'è stata alcuna igienizzazione. Accuse che la direttrice, respinge fermamente. "Le immagini sono immagini che possono essere scattate in qualsiasi momento; i protocolli di igienizzazione e di sanificazione sono quelli che ci sono state indicati. La sorveglianza sanitaria è attiva; qualche operatore qualche infermiera è stata anche mandata a casa." E ad incidere è anche il problema dei tamponi: "Stiamo cercando in tutti i modi con i miei colleghi in regione, di processare più tamponi possibile perché in questa situazione l'Rsa non si sa chi continua a contagiare." Al settimo piano della Ferrari ci sono i positivi al Covid-19, ci raccontano ancora: "È lì, senza protezioni si ha davvero paura ad andare."

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.