Emergenza virus, la Puglia resta zona arancione

20 nov 2020

Gli appelli, anche accorati, di molti operatori sanitari sono caduti nel vuoto. I parametri della Puglia evidentemente restano quelli di una zona arancione, un arancione pieno peraltro, senza nemmeno le due macchie rosse con le quali il governatore, Michele Emiliano, aveva chiesto al ministro Speranza di colorare le provincie di Foggia e Bat. In quest'ultima in particolare si è dovuti ricorrere all'aiuto della Marina che, con la brigata San Marco, ha allestito a Barletta un ospedale covid da campo che servirà ad alleggerire la pressione sulle altre strutture della provincia. Ricordiamoci che non esiste soltanto i covid, purtroppo, questo è un centro hub per lo Nstemi, quindi per l'infarto, per lo stroke e per il politrauma, perché questo è un centro traumatologico di zona, quindi è chiaro che la situazione è molto difficile anche da questo punto di vista. Foggia e Bat, ma più in generale in tutta la regione restano comunque sotto osservazione e la scadenza del 3 dicembre per la nuova ordinanza è soltanto indicativa. Cambia poco comunque, non ci deve essere, anzi, un allentamento dell'attenzione. No, tutt'altro, io come sindaco di Andria mi ero portata già un po' avanti, nel senso che con le ultime ordinanze adottate ho anche forzato maggiormente rispetto alle indicazioni del Dpcm, imponendo per esempio la chiusura alle ore 19:00 di tutte le attività commerciali, pure per far fronte al fatto che la città non sempre purtroppo risponde a tutta l'attività di sensibilizzazione, di richiesta di collaborazione, di prudenza, insomma una serie di cose che probabilmente avrebbero anche evitato al sindaco di intervenire con queste ordinanze tampone che un po' devono andare a sopperire alle misure del governo nazionale che da un lato frenano ma dall'altro lato liberalizzano fin troppo determinati atteggiamenti.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.