Emergenza virus, tamponi per chi arriva dalla Francia

25 set 2020

Il tampone per chi arriva da Parigi però è obbligatorio, così come per chi viaggia dalle zone a rischio della Francia, tra cui la Provenza, le Alpi, Costa Azzurra. Il test si effettua in aeroporto ed è garantito dalla sanità pubblica. Il temporale stava per spazzare via tutto e così gli operatori d'emergenza hanno riallestito le postazioni. Il numero dei tamponi è però minore delle aspettative. Neppure la metà. C'è chi preferisce l'Ats di competenza, oppure chi arriva con il risultato negativo delle 72 ore precedenti. Il tampone resta d'obbligo per chi viaggia da Grecia, Croazia, Spagna e Malta, ma è dalla Francia che erano attese più richieste. Il decreto, poi, prevede delle eccezioni. Previsto dal decreto che nelle 120 ore se un passeggero rimane nel nostro territorio per motivi di lavoro o per motivi d'urgenza, possono rimanere senza effettuare il tampone. Quattro giorni e quindi l'immediato rientro obbligatorio. Le autorità sanitarie sono preoccupate dalla settimana della moda milanese. L'unica traccia è un format cartaceo raccolto dalle compagnie aeree. Tra distanziamenti non sempre rispettati e format mai consegnati, ciò che più conta è la responsabilità individuale.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.