Emilia Romagna, al via vaccinazioni docenti e disabili

22 feb 2021

Il personale della scuola, docenti e collaboratori in Emilia Romagna ora può prenotare la propria vaccinazione anti covid chiamando direttamente il medico di famiglia, mentre le aziende sanitarie iniziano la somministrazione ai disabili. Una nuova fase che deve però fare i conti con un rallentamento delle consegne da parte di AstraZeneca. Con AstraZeneca i medici di medicina generale, cominceranno a prenotare e poi a vaccinare la popolazione scolastica, noi ci faremo carico, invece, diciamo di organizzare la vaccinazione dei disabili, ventimila persone tra quelli che vivono nei centri residenziali e quelli che frequentano stabilmente i centri diurni, quelli assistiti a domicilio. Imola, rimane uno dei territori più colpiti dalla circolazione del virus. In Emilia Romagna la curva dei contagi sale da 5 settimane, spinta dalla rapida diffusione della variante inglese. L'incidenza settimanale è ben superiore a 400 casi per centomila abitanti, quindi un dato assolutamente di rilievo. Stiamo predisponendo tutte le misure necessarie per far fronte a questo potenziale incremento della domanda ospedaliera in tutti i modi. La campagna vaccinale per disabili e personale scolastico, in che modo vi state muovendo, quali sono le difficoltà? Le difficoltà non sono organizzative dipendono fondamentalmente dalla disponibilità del vaccino. Per quello che riguarda i disabili stiamo velocemente cercando di arrivare a una mappatura della disabilità. L'AstraZeneca può essere stoccato in un normale frigorifero e quindi la vaccinazione del personale della scuola sarà diffusa sul territorio ed effettuata prevalentemente, direi quasi esclusivamente, dai medici di medicina generale.

pubblicità
pubblicità