Femminicidio a Cisterna di Latina, il marito ha confessato

11 giu 2019

Alla fine è tornato a casa, dopo aver vagato dalle sette del mattino in stato confusionale e ad attenderlo ha trovato i Carabinieri che lo stavano cercando. Fabio Trabacchin, autotrasportatore di 35 anni, dopo quattro ore di interrogatorio ha confessato di aver ucciso la moglie, Lisa Ciotti, nella loro abitazione del quartiere San Valentino a Cisterna di Latina. "L'ho uccisa a martellate", ha raccontato l'uomo agli inquirenti, dopo l'ennesimo litigio avvenuto nel cuore della notte, intorno alle quattro e avvertito anche dai vicini. Una volta colpita la testa della donna con un martello, l'uomo sarebbe uscito di casa e avrebbe gettato l'arma in aperta campagna. Una coppia in crisi la loro, dopo 10 anni di matrimonio e in procinto di separarsi, che sembra litigassero spesso per decisioni legate alla figlia, una ragazzina di 10 anni che nella fiera degli orrori di questo ennesimo femminicidio ha pagato il prezzo più alto. Sarebbe stata proprio la piccola, appena sveglia, a trovare il corpo della madre, esanime sul letto e con la ferita alla testa e a dare l'allarme chiamando un parente. Ora la giovane si trova in stato di forte shock, assistita da psicologi e personale medico. Un dramma nel dramma questo episodio di violenza contro le donne a Cisterna di Latina, laddove l'anno scorso, nello stesso quartiere popolare di San Valentino, un papà Carabiniere, Luigi Capasso, ha ucciso le proprie Figlie e sparato alla moglie che si è salvata per miracolo e poi si è tolto la vita. Ma è anche la città che ha dato l'addio a Desiree Mariottini lo scorso ottobre. La ragazza, con problemi di droga, era stata violentata e lasciata morire in un casolare abbandonato a San Lorenzo nella capitale.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.